Il dato

Il dato è un mezzo per rappresentare la realtà. E' composto da simboli e grandezze in formato analogico oppure in formato digitale ( bit ).

Esempio. Il numero 26 è un dato grezzo, può essere impiegato per indicare il numero civico di una via, la misura di un paio di scarpe, l'età di una persona, il voto di un esame, ecc.

Per veicolare una informazione il dato deve essere associato a un descrittore.

Cos'è un descrittore

Il descrittore permette di associare al dato un significato comprensibile e utile.

Esempio. Il descrittore "voto" consente di interpretare il dato "26" come l'esito di un esame universitario.

La differenza tra dato e informazione

Il dato non va confuso con l'informazione.

Elaborare un dato significa svolgere su di esso delle operazioni logiche-matematiche che permettono di modificare l'informazione originaria o produrre una nuova informazione.

Il processo è comunemente conosciuto come processo di elaborazione dati.

La differenza tra dati di input e output

Nell'informatica i dati sono divisi in due categorie:

  • I dati in input. I dati in input sono il flusso di descrittori e dati ( informazioni ) in entrata nel processo di elaborazione dati. Il dato in input è la risorsa ( fattore ) del processo di elaborazione.
  • I dati in output. I dati in output sono il flusso di descrittori e dati ( informazioni ) in uscita dal processo di elaborazione dati. Il dato in output è il prodotto del processo di elaborazione.




Non hai risolto il tuo problema? Scrivi una domanda