Lo schermo del computer ( monitor )

Lo schermo del computer ( monitor ) è una delle principali periferiche di output del computer.

A cosa serve? Senza il monitor non potresti visualizzare i risultati dell'elaborazione, né l'interfaccia dei comandi operativi o dei software.

Quali sono i tipi di monitor

Lo schermo del PC può essere realizzato con diverse tecnologie. Le principali sono le seguenti:

  1. Monitor CRT. E' il tradizionale monitor con tubo catodico dei vecchi computer. E' una tecnologia obsoleta ma ancora funzionante. Molti vecchi PC ancora lo utilizzano.
  2. Monitor LCD. E' il monitor piatto attualmente in commercio. Questa tecnologia è usata per realizzare sia gli schermi dei computer portatili che quelli dei computer fissi.

differenza tra monitor CRT e LCD

Quali sono le caratteristiche dello schermo del computer

Le principali caratteristiche tecniche dei monitor sono le seguenti:

  1. La risoluzione grafica
  2. La dimensione
  3. La frequenza di refresh

Cos'è la risoluzione grafica dello schermo

Lo schermo del computer è suddiviso in celle dette pixel, ciascuno è poco più piccolo di un millimetro ( es. 0,25 mm ).

Moltiplicando il numero delle linee ( Y ) per il numero delle colonne ( X ) si ottiene il numero di punti ( pixel ) sullo schermo.

la risoluzione grafica dello schermo e il numero dei pixel XY

Il numero dei pixel determina la risoluzione grafica del monitor.

Esempio. Un monitor con risoluzione grafica 1024x768 ha 1024 pixel su ognuna delle 768 linee.

A cosa serve la risoluzione del monitor?

Quanto più è alta la risoluzione grafica del monitor, tanto più lo schermo del computer visualizza meglio i dettagli di un'immagine.

In un monitor ad alta risoluzione le immagini sono più rifinite, profonde e realistiche.

Viceversa, se la risoluzione è troppo bassa le immagini appaiono sgranate.

La dimensione dello schermo

La dimensione dello schermo è misurata con la lunghezza in pollici della diagonale dal vertice più basso al vertice opposto più alto dello schermo.

Esempio. Un monitor da 17" non è detto offra prestazioni grafiche migliori rispetto a un monitor più piccolo da 15".

la dimensione dello schermo del computer

La dimensione dello schermo migliora la risoluzione?

No, la dimensione dello schermo del computer non influenza la risoluzione grafica.

La frequenza di refresh del monitor

La frequenza di refresh è il numero di volte che il monitor accende ogni singolo pixel in un secondo.

Questa caratteristica del monitor si misura in Hertz.

A cosa serve la frequenza di refresh?

Se la frequenza di refresh è alta, le immagini sono fluide e stabili.

Viceversa, se la frequenza è troppo bassa, si verifica il problema dello sfarfallio dello schermo. E' un effetto fastidioso e stancante per l'occhio umano. Da evitare

Esempio. I vecchi monitor lavoravano su una frequenza di refresh di 75-120 Hz. Erano cioè in grado di illuminare tutti i pixel dello schermo 75-120 volte al secondo.

Come funziona il monitor del computer

Il funzionamento dello schermo dipende dalla tecnologia utilizzata per costruirlo. Ne esistono diverse.

Il monitor CRT

Il funzionamento dei monitor con tubo catodico ( CRT ) è abbastanza semplice.

Lo schermo del computer è composto da dispositivi di fosforo fotosensibili ( diodi ).

I diodi si accendono per poche frazioni di secondo quando sono investite da un raggio luminoso.

Il raggio illumina in sequenza tutti i pixel dello schermo tramite un fascio elettronico RGB ( Red Green Blue ).

Il raggio RGB miscela il colore rosso, il colore verde e il colore blue. In questo modo riesce ad accendere un colore diverso in ogni singolo pixel.

Poiché l'effetto dura poco, il raggio RGB deve illuminare tutti i pixel molte volte in un secondo ( refresh ).

Il monitor LCD

Il monitor LCD utilizza la tecnologia a cristalli liquidi.

Cosa significa LCD? Il termine LCD significa Liquid Crystal Display.

Essendo privi del tubo catodico sono schermi piatti.

Un liquido a posto tra due superfici vetrose.

Sui vetri sono collocati dei contatti elettrici per creare un campo elettrico.

I cristalli del liquido ruotano a seconda del campo elettrico, lasciando passare più o meno la luce.

La storia del monitor

Agli albori dell'informatica non esistevano monitor. L'output del computer era visualizzato su display elettronici oppure stampato su nastro perforato.

I primi monitor furono realizzati negli anni '60. Erano video con tubo catodico a fosfori verdi, simili a televisori.

Si trattava perlopiù di monitor alfanumerici perché potevano visualizzare soltanto numeri e caratteri in poche linee e colonne.

un vecchio monitor monocromatico a fosfori verdi

Erano prevalentemente dei monitor monocromatici a fosfori verdi.

Sullo schermo c'era un solo colore ( il verde ) con la stessa intensità.

Col passare del tempo i monitor ampliarono il numero delle righe e delle colonne dello schermo. Fino a diventare dei monitor grafici.

Grazie alla maggiore risoluzione grafica divenne possibile visualizzare a video anche punti, immagini e diagrammi.

monitor a schermo piatto moderno

Dai monitor monocromatici ai monitor LCD

Nel corso degli anni '80 i monitor monocromatici furono sostituiti dapprima con i monitor in bianco e nero e poi con i monitor a colore.

Inizialmente i monitor erano realizzati con la tecnologia CRT.

i monitor con tubo catodico

Erano ingombranti, simili a un vecchio televisore, perché integravano un tubo catodico.

Negli anni '90 si affermarono i monitor piatti realizzati con la tecnologia LCD. Più leggeri e pratici da utilizzare.

un esempio di monitor a schermo piatto ( LCD )

I monitor LCD si diffusero dapprima come display dei computer portatili ( computer notebook ).

Successivamente, a partire dagli anni duemila, furono utilizzati anche nei computer fissi ( computer desktop ).




Non hai risolto il tuo problema? Scrivi una domanda